Menu

Vorrei volare libera nel cielo
sentirmi leggera, come se indossassi soltanto un delicato velo.
Librarmi nell’aria come una rondine a primavera,
pronta per inseguire l’ennesima irresistibile chimera.

La solitudine mi accompagna anche se sono circondata da cento, mille volti,
animi gentili, menti perfide o ciarlatani stolti.
Le note di una vecchia canzone si rincorrono in un pomeriggio gelido appena prima di Natale,
affettando l’atmosfera incerta di un periodo un po’ anormale.

È tutto qua? Non c’è altro? Accontentarsi è l’unica opzione per rimanere sani rimasta?
O forse è un biglietto di sola andata verso una fine incolore e nefasta?

Tutti vogliono essere speciali, avere quel certo nonsoché di affascinante,
io punto tutto sulla felicità scoppiettante.
Eppure, è difficile, le giornate si susseguono come litanie vuote e insulse,
lavoro, casa, computer, doccia, sorrisi a singhiozzo e risate convulse.

Siamo diventati delle macchine che producono quotidianità spenta,
ma che cosa rimane alla fine, quando ci si addormenta?

Foto in evidenza: (C) Camilla Vai

Liked this post? Follow this blog to get more. 

11 Comments

  • Gabriella Caiazza❀
    Dicembre 13, 2020 at 10:17 pm

    Carinissima la poesia 😀
    Anche il significato è molto bello… cito “Siamo diventati delle macchine che producono quotidianità spenta,
    ma che cosa rimane alla fine, quando ci si addormenta?”: mi hai ricordato un concetto che mi sta particolarmente a cuore e che ho affrontato spesso nel libro che sto tentando di portare a termine😉
    Complimenti ancora per i bei pensieri😊

    Reply
    • Camilla Vai
      Dicembre 13, 2020 at 10:22 pm

      Ora sono ancora più curiosa di leggere il tuo libro! 😛 Grazie mille per il complimento, significa molto per me!

      Reply
  • Stefano Ligorio
    Dicembre 13, 2020 at 10:59 pm

    Molto bella complimento…ma soprattutto molto condivisibile…

    Reply
    • Camilla Vai
      Dicembre 13, 2020 at 11:17 pm

      Grazie mille, Stefano! 🙂

      Reply
  • Stefano Ligorio
    Dicembre 13, 2020 at 11:52 pm

    Di nulla e scusa l’errore ortografico inerente al mio commento…

    Reply
    • Camilla Vai
      Dicembre 14, 2020 at 12:14 am

      Ma figurati 🙂

      Reply
  • Ashley
    Dicembre 14, 2020 at 4:09 pm

    What remains, are dreams! Follow the even if they turn out to be something else, and be creative! 😘

    Reply
    • Camilla Vai
      Dicembre 23, 2020 at 3:52 pm

      Thank you, Ashley, that’s my goal for the Christmas holidays! How are you doing? 😘

      Reply
  • Mr.Loto
    Dicembre 14, 2020 at 5:49 pm

    “Producono quotidianità spenta” è una frase azzeccatissima che descrive nel migliore dei modi un certo tipo di esistenza. Quello che rimane alla fine dipende tutto da noi e da come ci siamo presi cura della nostra anima. Bella riflessione. 🙂
    Un saluto

    Reply
    • Camilla Vai
      Dicembre 23, 2020 at 3:53 pm

      Grazie mille per il tuo commento! 😊 Hai ragione, purtroppo questa quotidianità spenta molto spesso ci fa perdere molto tempo prezioso senza che ce ne rendiamo conto, e molto spesso ci consuma… però si può sempre cercare di prendere un’altra direzione! Buon Natale ☘️

      Reply
  • Mr.Loto
    Dicembre 23, 2020 at 4:54 pm

    Buon Natale anche a te.

    Reply

Leave a Reply